b_0_0_0_10_images_pane_alle_tre_farine.jpg
Ingredienti:
                                                         
150 gr di farina 0
150 gr di farina integrale per pane nero200 gr di farina di grano tenero macinata a pietra
10 gr di lievito di birra fresco
380 ml di acqua tiepida 
2 cucchiaini di zucchero o di miele dal sapore delicato
1 cucchiaino e mezzo di sale
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva (in questo caso il mio).
 
Procedimento:
 
Sciogliete il lievito insieme allo zucchero o al miele in mezzo bicchiere di acqua tiepida prelevata dai 380 ml.
Mescolate con un cucchiaio e lasciate riposare cinque minuti.
Nel frattempo in una capiente ciotola mettete le tre farine setacciate, il sale, mescolate con un cucchiaio di legno quindi fate al centro un incavo e versateci il lievito sciolto, la restante acqua e l'olio extra vergine di oliva. 
Mescolate ancora fino ad ottenere un composto uniforme, molle ed appiccicoso.
Spolverizzate la superficie dell'impasto con della farina, infarinarsi le mani e cercare di formare una palla. Coprite con un canovaccio di cotone inumidito e lasciare lievitare per due ore in un luogo tiepido e al riparo da correnti d'aria. Dopo che l'impasto sarà raddoppiato di volume, aiutandovi con una spatola, fatelo scivolare su un piano infarinato. 
Tagliate a metà l'impasto, distanziate i due pezzi e cospargeteli con un po' di farina, dopo di che dategli la forma desiderata lavorandoli un attimo con le mani.
Posizionate poi  le pagnotte su una placca foderata con carta forno infarinata e lasciate lievitare ancora 30 minuti sempre al riparo da correnti d'aria.
 Nel frattempo preriscaldare il forno a 220° statico avendo cura di mettere nella parte bassa un contenitore con circa 1 litro di acqua per creare il giusto apporto di umidità.
Prima di infornare il pane, fate sulla superficie dei tagli abbastanza profondi (a spina di pesce), cuocete per 20 minuti a 220° e 10 minuti abbassando a 200° (per un totale di 30 minuti). Per assicurarsi che il pane sia cotto al punto giusto, rovescatelo e picchiettate con il dito, deve rimandare un rumore sordo. Una volta cotto, lasciatelo raffreddare dopo di che gustatelo. Si conserva avvolto in un canovaccio di cotone per 4 giorni.Volendo è possibile tagliarlo a fette e metterlo in congelatore.
 
Consiglio:
 
potete arricchiere il pane aggiungendo 80 gr di semi di zucca oppure di gherigli di noci tritate.

Passaparola!

Condividi con i tuoi amici questo contenuto, cliccando sul tasto  Condividi  e  Segui Google+  qui sotto, in modo da aiutarmi a farmi conoscere sempre piu'...grazie di cuore, un abbraccio!!


logo tristar-b.jpg

princess-border.jpg

haccp.png

Associazione-Nazionale-Cuoche-a-Domicilio-2.jpg

 

Chiara con gusto  - Facebook

Chiara con gusto - Twitter

Chiara con gusto

Chiara con gusto    Chiara con gusto - Pinterest

 

 

 

 

 

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la direttiva del Garante della Privacy.

  ACCETTO L'UTILIZZO DEI COOKIE SUL SITO.