Ingredienti:

Impasto autolitico

-          1 kg di semola

-          600 gr di acqua

 Prefermento

-          100 gr di pasta madre ( al raddoppio del rinfresco)

-          200 gr di acqua

-          150 gr di semola

 Impasto

-          Impasto autolitico

-          Prefermento

-          100 gr di acqua ( attenzione ne potrebbe servire meno)

-          10 gr di sale

-          olio extra vergine di oliva

Prefermento con lievito di birra

create un prefermento con 5 gr di lievito di birra , 225 gr di semola e 225 gr di acqua.

Create dapprima il prefermento, sciogliendo il lievito nell'acqua e poi impastando grossolanamente con la farina. Lasciatelo fermentare a temperatura ambiente fino a quando vedrete le bollicine in superficie. A me sono bastate tre ore circa. Un'ora prima di impastare, quando comincerete a vedere le prime bollicine del prefermento, mettete in autolisi la semola, mescolando senza impastare troppo, come sempre.Trascorsa l'ora di autolisi, montate la foglia rigida in planetaria, versate il prefermento e l'impasto autolitico e iniziate ad impastare. Quando il prefermento sarà ben amalgamato al resto, cominciate a versare l'acqua goccia a goccia. Appena vedrete l'impasto staccarsi dalle pareti della planetaria, togliete la foglia rigida e montate il gancio.Continuate ad impastare aumentando la velocità, versate il resto dell'acqua, sempre lentamente, e infine il sale. Impastate massimo 5-6 minuti complessivamente, fino a perfetta incordatura, ma senza far ossidare l'impasto che in questo caso perderebbe il suo tipico colore giallo.Lasciate riposare l’impasto per 10-15 min, poi inseritelo in contenitore oliato, fate un solo giro di pieghe, e puntate l'impasto per un’oretta.

Riposo in frigo: Mettete l'impasto in frigo per 12 ore, ben coperto con della pellicola trasparente

Trascorso questo tempo di fermentazione al freddo, troverete l'impasto quasi raddoppiato. Lasciatelo acclimatare a temperatura ambiente, quindi procedete alla formatura.La seconda lievitazione durerà circa un’ora/un'ora e mezzo. Naturalmente il tempo di lievitazione cambia in base alla temperatura dell'ambiente.

-Per la cottura di solito utilizzo la tecnica della cottura a scalare: infornate  a 250°  con un pentolino a 20 minuti con forno ventilato, poi togliete il pentolino, impostate a forno statico e cuocete a 220 ° per 10 minuti , 180 ° per 10 minuti. 160° per 10 minuti e per finire 140°  per 10 minuti. Gli ultimi 20 minuti aprite il forno a spiffero


Passaparola!

Condividi con i tuoi amici questo contenuto, cliccando sul tasto  Condividi  e  Segui Google+  qui sotto, in modo da aiutarmi a farmi conoscere sempre piu'...grazie di cuore, un abbraccio!!


logo tristar-b.jpg

princess-border.jpg

haccp.png

Associazione-Nazionale-Cuoche-a-Domicilio-2.jpg

 

Chiara con gusto  - Facebook

Chiara con gusto - Twitter

Chiara con gusto

Chiara con gusto    Chiara con gusto - Pinterest

 

 

 

 

 

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la direttiva del Garante della Privacy.

  ACCETTO L'UTILIZZO DEI COOKIE SUL SITO.