frutta secca.jpg

La frutta secca è un cibo molto particolare e gustoso, l'ideale per merende o per ricette di ogni tipo, dagli antipasti ai dessert. Un modo per rendere questo alimento ancora più profumato e gustoso è la tostatura,  un procedimento che esalta si il sapore, ma che consente di conservare meglio la frutta stessa.

Tale procedimento può essere effettuato sia in padella che in forno ed a seconda del tipo di frutta secca che si deve tostare esistono delle tempistiche diverse.

Utensili particolari: carta da forno, mestolo di legno, teglia da forno, padella antiaderente.

Pinoli: per tostare questo seme è consigliabile utilizzare il metodo della padella. Per cominciare si adagiano i pinoli in una pentola antiaderente o in una con poco olio; fate in modo che i pinoli siano tutti a contatto con la superficie, ovvero non si sovrappongano in modo tale da ricevere tutti lo stesso calore. Accendete il gas a fuoco medio, dopo un paio di minuti mescolate il tutto con un mestolo di legno e continuate a girare fino a quando i pinoli non avranno un bel colorito ambrato, a questo punto togliete i pinoli dalla padella e metteteli su di un foglio di carta da forno a raffreddare. Se dovesse esserci qualche pinolo troppo scuro, toglietelo poiché sarebbe troppo amaro e rovinerebbe la ricetta in cui devono essere utilizzati.

Nocciole: per la tostatura delle nocciole è consigliabile utilizzare il forno. Per iniziare prendete una teglia da forno con un foglio di carta da forno e adagiate le nocciole facendo attenzione, come per i pinoli, che non si sovrappongano, in tal modo avremo un'uniforme distribuzione di calore. Preriscaldate il forno a 170° per dieci minuti, poi inserite la teglia e lasciate cuocere per venti minuti, girate le nocciole con un cucchiaio di legno almeno una volta. Passati i venti minuti, spegnete il forno ma lasciate la teglia all'interno per un quarto d'ora in modo da ultimare la tostatura. Togliete le nocciole e quando saranno tiepide sarà più facile togliere la pellicola marroncina.

Mandorle: la tostatura delle mandorle è identica a quella delle nocciole, bisogna però tenere in considerazione che le mandorle sono più delicate e quindi avranno bisogno di maggiori attenzioni. Per tostarle regolate il forno ad una temperatura di 150° e giratele ogni 5 minuti con un cucchiaio di legno per farle tostare in modo più omogeneo. Nel caso in cui ci sia la necessita' di spellarle precedentemente, in quanto acquistate con la pellicina, sarà sufficiente sbollentarle per 2-3 minuti; quando le avrete scolate ed asciugate potrete togliere la pelle più facilmente premendole con le dita. Se le spellate prima sarà più semplice vedere come procede la cottura ed il livello della tostatura raggiunto.

Pistacchi: la tostatura dei pistacchi puo' essere fatta sia in padella che in forno. Se decideste di tostarli in forno, dovete metterli in una teglia ricoperta con un foglio di carta da forno, a forno acceso a 180° in modalita' grill nella parte alta . Lasciate i pistacchi in forno per circa 7/8 minuti girandoli di tanto in tanto. Nel caso della padella, dovete riscaldarla prima di tutto vuota e non appena si e' scaldata abbastanza metteteci i pistacchi facendoli cuocere per 5 minuti girandoli spesso.

Noci: la tostatura delle noci puo' essere fatta in padella ed in forno. Se decideste di tostarle in padella, la padella deve essere molto calda prima di essere utilizzata e le noci vanno tostate velocemente per non farle asciugare troppo. Anche per il forno la tostatura e' simile a quella delle mandorle, quindi le noci vanno messe su di una teglia con carta da forno, non devono essere sovrapposte e devono rimanere in forno a 150° per circa 5 minuti. Un trucchetto per capire se le noci sono pronte e' quello di stare attenti al profumo intenso che emanano alla giusta tostatura.


Passaparola!

Condividi con i tuoi amici questo contenuto, cliccando sul tasto  Condividi  e  Segui Google+  qui sotto, in modo da aiutarmi a farmi conoscere sempre piu'...grazie di cuore, un abbraccio!!


Commenti  

+1 # 2015-11-15 16:41
Personalmente penso che oltre i 100°C insieme all'umidità della frutta "secca" sene vadano anche le frazioni leggere degli olii essenziali caratteristici dei frutti.
Quindi, secondo questo assunto, preferisco "tostare" in forno ventilato, disponendo su reticelle, strati sottili di frutta secca, a 80-90°C per un paio di ore.
Provare per credere!
Rispondi | Segnala all'amministratore
-1 # chiaracongusto 2015-11-15 17:01
Buonasera, grazie per avermi scritto , prendo atto del tuo metodo, ma durante un corso mi insegnato le modalità che ho descritto, personalmente mi trovo molto bene e continuero' a seguirlo.un saluto
Rispondi | Segnala all'amministratore

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

logo tristar-b.jpg

princess-border.jpg

haccp.png

Associazione-Nazionale-Cuoche-a-Domicilio-2.jpg

 

Chiara con gusto  - Facebook

Chiara con gusto - Twitter

Chiara con gusto

Chiara con gusto    Chiara con gusto - Pinterest

 

 

 

 

 

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la direttiva del Garante della Privacy.

  ACCETTO L'UTILIZZO DEI COOKIE SUL SITO.