tort allo yogurt light.jpg
Una torta per chi e' a dieta o non puo' mangiare cibi troppo calorici.
 
Ingredienti:
 
150  gr di farina 00, 
2     uova,
1     limone,
1/2  bustina di lievito,
80   gr di malto d'orzo,
1     mela,
1     vasetto di yogurt magro da 125 gr.
 
Procedimento:
 
in una ciotola lavorate le uova con il malto d'orzo utilizzando una frusta. Lavate, asciugate, sbucciate e tagliate a pezzettini  una mela. Unitela alle uova insieme allo yogurt, la farina, la scorza di limone grattugiata ed infine il lievito setacciato. Mescolate il tutto fino a ottenere una crema ben amalgamata.
Prendete una teglia circolare da 22 cm di diametro, ricopritela con un semplice foglio di carta da forno, versate al suo interno il composto cercando di livellare la superficie con un cucchiaio.
Infornate la torta per trenta minuti a forno già caldo a 150°  al termine dei quali  togliete la torta dallo stampo e posizionatela su di un vassoio. Gustatela una volta fredda.
 
Consiglio:
 
Questo tipo di torta si mantiene morbida per alcuni giorni  se avvolta nella pellicola trasparente una volta fredda. Per una torta allo yogurt ancora più sfiziosa, anziché lo yogurt bianco magro, potete utilizzare lo yogurt magro al limone o agli agrumi, e magari aggiungere cinque cucchiai di limoncello!
 
Curiosita':

l malto d'orzo o di riso è un dolcificante naturale derivato dalla fermentazione dei cereali, contiene maltosio (che è uno zucchero semplice, come il saccarosio e il fruttosio) e minerali. L'apporto calorico per 100 gr di malto è di circa 300-315 Kcalorie, diverso a seconda del cereale da cui proviene ; l'apporto calorico di 100 grammi di zucchero (saccarosio) è di 392 Kcalorie. Per quanto riguarda invece la glicemia, il malto va consumato, come gli altri tipi di dolcificanti naturali (saccarosio-fruttosio) in una quantità tale che rispetti la quota di carboidrati del pasto. Ad esempio se si è abituati ad usare a colazione 1 cucchiaino di zucchero (5 grammi circa), lo si può sostituire con un equivalente quantità di malto. Il malto di orzo si ottiene dalla miscela dell'orzo maltato  cotto a vapore, i cui enzimi sono in grado di trasformare in maltosio l'amido contenuto nell'orzo. Può essere utilizzato per la preparazione di dolci in sostituzione dello zucchero, adoperato in pari quantità, favorisce inoltre la lievitazione del pane e delle pizze (se addizionato durante l'impasto in modica quantità 30, 40 gr per Kg di farina ). 


Passaparola!

Condividi con i tuoi amici questo contenuto, cliccando sul tasto  Condividi  e  Segui Google+  qui sotto, in modo da aiutarmi a farmi conoscere sempre piu'...grazie di cuore, un abbraccio!!


Commenti  

0 # 2018-03-01 12:07
Questo ciambellone sembra buonissimo, tra pochi mesi mi sposo e sto facendo un po' di dieta per essere al massimo della forma però sapessi come mi mancano i dolci, soprattutto a colazione. Il tuo ciambellone sembra perfetto per fare uno strappo alla regola senza troppi sensi di colpa, ho quasi tutti gli ingredienti, manca solo il malto d'orzo ma sto aspettando che mi arrivi il pacco di sorgentenatura e poi mi metto all'opera. Grazie mille
Rispondi | Segnala all'amministratore

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

logo tristar-b.jpg

princess-border.jpg

haccp.png

Associazione-Nazionale-Cuoche-a-Domicilio-2.jpg

 

Chiara con gusto  - Facebook

Chiara con gusto - Twitter

Chiara con gusto

Chiara con gusto    Chiara con gusto - Pinterest

 

 

 

 

 

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la direttiva del Garante della Privacy.

  ACCETTO L'UTILIZZO DEI COOKIE SUL SITO.