crepes.jpg

La crespella, conosciuta anche con il termine francese di crêpe, è un tipo di cialda sottile, morbida ed elastica, cotta su di una superficie rovente tonda. Le crespelle possono essere farcite con svariati ripieni, sia dolci che salati, e arrotolate poi su sé stesse per racchiuderli. L'impasto è a base di latte, farina, uova, ma esistono anche alcune varianti particolari con gli albumi o persino senza latte. La crespella o crepe è generalmente considerata una pietanza tipica della cucina francese, ma vengono cucinate e servite in tutta Europa. Vengono considerati suoi parenti il pancake e le gaufre.

Ingredienti per 8 crepes:

125  gr di farina 00,

300  ml di latte,

2     uova.

Procedimento:

Disporre la farina in una ciotola, fare un buco al centro ed iniziate a versare il latte mescolando il composto fino a che sarà liscio e senza grumi. In una ciotola a parte, sbattete le uova con una forchetta, aggiungetele ora alla pastella e mescolate. Amalgamate il composto fino ad ottenere una pastella per crepes liscia e fluida. Coprite  l’impasto con una pellicola trasparente e mettetela in frigo a riposare per circa mezz’ora . Mettete a scaldare sul fuoco una padella antiaderente per crepes, scioglieteci una piccola noce di burro e quando sarà ben calda versatevi un mestolino di pastella tanta quante ne serve per a coprire il fondo.Prima di utilizzarla mescolate bene il composto tolta dal frigo. Dovete versare la pastella al centro della padella e poi inclinandola e ruotandola, cercate di distribuirla su tutta la superficie. Lasciate cuocere per un minuto  scuotendo la padella di tanto in tanto per fare staccare la crepe dal fondo: non appena sarà dorata  giratela con delicatezza dall’altra parte e non appena sara' colorita anche da questo lato toglietela dalla padella facendola scivolare su di un piatto. Continuate così anche per le restanti crepes, adagiandole una sull’altra a mano a mano che saranno pronte.

Conservazione:

Le crepes si conservano coperte con un foglio di pellicola trasparente per 2 giorni ponendole in frigo, mentre il composto non ancora cotto puo' essere conservato al massimo per un giorno in frigo.

 

 

 


Passaparola!

Condividi con i tuoi amici questo contenuto, cliccando sul tasto  Condividi  e  Segui Google+  qui sotto, in modo da aiutarmi a farmi conoscere sempre piu'...grazie di cuore, un abbraccio!!


Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

logo tristar-b.jpg

princess-border.jpg

haccp.png

Associazione-Nazionale-Cuoche-a-Domicilio-2.jpg

 

Chiara con gusto  - Facebook

Chiara con gusto - Twitter

Chiara con gusto

Chiara con gusto    Chiara con gusto - Pinterest

 

 

 

 

 

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito l'utente acconsente a tutti i cookie in conformità con la direttiva del Garante della Privacy.

  ACCETTO L'UTILIZZO DEI COOKIE SUL SITO.